You are here

La missione del CER è incoraggiare la ricerca della massima qualità in Europa attraverso finanziamenti competitivi e sostenere la ricerca di frontiera promossa dai ricercatori in tutti i campi della ricerca, sulla base dell’eccellenza scientifica.

Il CER integra altre attività di finanziamento in Europa come quelle delle agenzie nazionali di finanziamento della ricerca ed è un elemento distintivo di Horizon2020, il programma quadro  per la ricerca dell’Unione europea, in vigore dal 2014 al 2020.

Essendo basato “su iniziativa dei ricercatori” o “dal basso verso l’alto”, l’approccio del CER permette ai ricercatori di individuare nuove opportunità e direzioni in qualsiasi settore della ricerca e non è quindi orientato in base alle priorità stabilite dai politici. Questo approccio assicura che i finanziamenti vengano destinati ad aree di ricerca nuove e promettenti con un maggior livello di flessibilità.

Le sovvenzioni CER vengono assegnate con un concorso generale a progetti guidati da ricercatori nella fase iniziale della loro carriera o da scienziati già affermati, senza tenere conto delle loro origini, che lavorano in Europa o sono in procinto di trasferircisi per lavorarvi; l’unico criterio di selezione è l’eccellenza scientifica. Lo scopo è riconoscere le idee migliori, trattenere e conferire status e visibilità ai migliori cervelli in Europa e allo stesso tempo anche attirare talenti dall’estero.

Il CER, tuttavia, non ha semplicemente l’obiettivo di finanziare la ricerca, ma persegue anche altri scopi.
Nel lungo periodo, intende plasmare e rafforzare sostanzialmente il sistema europeo della ricerca attraverso valutazioni inter pares di alta qualità, l’istituzione di parametri di successo internazionali e la fornitura di informazioni aggiornate su chi sta riuscendo nella realizzazione del proprio progetto e perché.

La speranza è che questi processi aiutino università e altri istituti di ricerca a valutare i propri risultati e li incoraggino a sviluppare strategie migliori per affermarsi come attori globali più efficaci.

Sfidando le migliori menti d’Europa, il CER auspica che le sue sovvenzioni contribuiranno a realizzare nuove ed imprevedibili scoperte scientifiche e tecnologiche, che possano costituire la base di nuovi settori industriali, mercati e più ampie innovazioni sociali per il futuro.

Infine, il CER intende preparare maggiormente la base della ricerca europea a rispondere alle esigenze di una società basata sulla conoscenza e a dotare l’Europa delle capacità della ricerca di frontiera necessarie a far fonte alle sfide globali.

Il CER in sintesi

Il CER intende:

  • sostenere gli sforzi scientifici migliori in assoluto in Europa in tutti i settori scientifici, tecnici e accademici
  • promuovere la ricerca di frontiera avviata interamente su iniziativa dei ricercatori o “dal basso verso l’alto”
  • incoraggiare il lavoro dei migliori responsabili della ricerca indipendenti affermati e della prossima generazione in Europa
  • premiare le proposte innovative mettendo in risalto la qualità dell’idea anziché l’area di ricerca
  • sfruttare la diversità dei talenti di ricerca europei e destinare i finanziamenti ai ricercatori più promettenti o eminenti
  • migliorare lo status e la visibilità della ricerca di frontiera europea e dei migliori ricercatori di oggi e di domani
  • mettere l’eccellenza al centro della ricerca europea

 

Che cos’è la “ricerca di frontiera” e quali sono i benefici che ne derivano?

Oggigiorno la distinzione tra ricerca “di base” e “applicata” è meno netta, in virtù del fatto che le aree emergenti della scienza e della tecnologia spesso coprono elementi essenziali di entrambe. Di conseguenza, per le attività del CER è stata coniata l’espressione “ricerca di frontiera”, in quanto saranno orientate al conseguimento di progressi fondamentali alla “frontiera” della conoscenza e oltre.

Il CER intende apportare un’ampia serie di benefici:

  • istituendo una concorrenza aperta e diretta per i finanziamenti tra i migliori ricercatori in Europa, il CER promuoverà aspirazioni e risultati. Permetterà di selezionare le idee e i talenti migliori attingendo a una riserva più ampia di quella esistente a livello nazionale
  • la struttura di finanziamento concorrenziale del CER permetterà di incanalare i fondi verso i nuovi settori più promettenti, con un grado di agilità non sempre possibile nei regimi di finanziamento nazionali
  • il CER intende stimolare le organizzazioni di ricerca ad effettuare maggiori investimenti a sostegno di nuovi promettenti talenti , la prossima generazione di leader della ricerca in Europa
  • sul versante economico, il CER contribuirà alla creazione di un’industria basata sulla scienza e darà maggiore impulso alla costituzione di imprese nate dalla ricerca (spin-offs)
  • da una prospettiva sociale, il CER potrebbe fornire un meccanismo per investire rapidamente nella ricerca finalizzata a far fronte alle sfide nuove ed emergenti che incombono sulla società.